Due mesi di reclusione per maltrattamento di animali a una donna che teneva nella propria abitazione i quadrupedi in condizioni sanitarie pessime

“Una sentenza molto importante”, perché “per la prima volta detenere cani in condizioni incompatibili è stato riconosciuto come un vero e proprio maltrattamento di animali”. Così – Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) ha commentato la notizia della sentenza con cui il Tribunale di Alessandria ha riconosciuto la penale responsabilità di una donna residente nel capoluogo di provincia piemontese che deteneva in casa propria 101 cani tra spinoni, cani da caccia, dalmata e meticci.

La carte processuali avrebbero fatto emergere un quadro inqietante. Il medico veterinario della Asl, in particolare, avrebbe affermato – riporta l’Associazione – di “non aver mai visto qualcosa di simili in vent’anni di attività”.

Altri veterinari intervenuti racconterebbero poi di uno stato di salute dei cani davvero inaccettabile: pieni di fistole con pus, dermatiti, zecche e quasi tutti malati di leishmaniosi.

La donna, che si definiva amante degli animali, era solita ospitare cani che arrivavano dal Sud Italia con l’intento dichiarato di aiutarli o salvarli dalla soppressione. Le autorità e i sanitari, tuttavia, hanno riscontrato una realtà assolutamente incompatibile con la detenzione di animali.

La Polizia Municipale, i veterinari e i tecnici dell’Azienda sanitaria locale hanno trovato cani ovunque, nelle camere, in giardino, in cucina: tutti in condizioni sanitarie pessime.

La donna di Alessandria è stata, quindi, condannata alla pena di reclusione di due mesi, nonché al risarcimento dei danni, da quantificarsi in sede civile, per per maltrattamento di animali e per avere tenuto un canile rifugio abusivo. 

La redazione giuridica

Hai vissuto una situazione simile? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

Cane scaraventato dal balcone, si alla condanna per uccisione di animali

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui