Disposto l’esame autoptico per fare chiarezza sul decesso di un uomo di 66 anni, morto durante un intervento al cuore in una clinica partenopea; la magistratura ha affidato gli accertamenti peritali a un collegio di esperti che dovranno valutare la sussistenza di eventuali responsabilità sanitarie per l’accaduto

La Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta sul decesso di un medico della provincia di Salerno, morto durante un intervento al cuore eseguito lo scorso 11 marzo in una clinica partenopea.

In base a quanto ricostruisce la Città di Salerno l’uomo, 66 anni, soffriva di tachicardia parossistica. Aveva quindi deciso di sottoporsi a un delicato intervento chirurgico di ablazione al cuore. L’operazione sarebbe iniziata alle 8 di mattina; alle 20, quindi dopo ben 12 ore, ai familiari sarebbe stato comunicato il decesso del loro congiunto.

I parenti, intenzionati a fare piena luce sull’accaduto e a verificare la sussistenza di eventuali responsabilità sanitarie, hanno deciso di presentare una denuncia ai carabinieri.

La magistratura ha quindi avviato le indagini, disponendo il sequestro della salma in vista dell’esame autoptico e iscrivendo nel registro degli indagati il cardiochirurgo che ha eseguito l’intervento.

Gli accertamenti peritali sono stati affidati a un collegio composto da un anatomopatologo, un medico legale ed un cardiologo. Anche le parti avrebbero proceduto alla nomina dei propri consulenti.

Si attendono dunque ora le conclusioni degli esperti per capire se il decesso sia ascrivibile a una condotta non corretta nello svolgimento dell’operazione o se possa essere considerato, come sostenuto dai medici, una tragica fatalità.

Se sei stato/a vittima di un sinistro stradale e vuoi ottenere, in breve tempo, il risarcimento dei danni fisici subiti o dei danni da morte di un familiare, clicca qui

Leggi anche:

Ricoverata per una dissecazione aortica muore in ospedale, due indagati

Complicanze di una diverticolite al colon: muore 36enne, aperta inchiesta

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui