A causa della caduta per omessa manutenzione della strada il motociclista riporta trauma contusivo ginocchio destro e parziale lesione dei tendini della cuffia dei rotatori, con danno permanente del 4% (Tribunale di Brindisi, Sentenza n. 931/2021 del 23/06/2021-RG n. 5367/2017)

Il motociclista cita a giudizio il Comune di Latiano chiedendone la condanna per l’omessa manutenzione della strada che provocava il sinistro con lesioni fisiche.

Deduce che il giorno 21.09.2 012 alle ore 20:00 circa, circolando a bordo del proprio motociclo a velocità regolare, cadeva rovinosamente procurandosi delle lesioni a causa di una buca non visibile né prevedibile e non segnalata.

Il Comune non si costituisce e, nelle more del giudizio l’attore è deceduto e la causa viene riassunta dal suo erede.

Il Tribunale ritiene la domanda fondata ed evidenzia che nella controversia trova applicazione la disciplina di cui all’art. 2051 c.c. secondo cui il fatto della cosa è rilevante, e non il fatto dell’uomo, e che la responsabilità si fonda sul mero rapporto di custodia.

Per ritenere sussistente la responsabilità in parola è necessario che il danno non sia stato cagionato dal fatto del terzo, o del danneggiato, o comunque da un fattore esterno idoneo ad interrompere il nesso di causalità e che sia stato cagionato dalla cosa in custodia.

Da tale paradigma deriva che il danneggiato deve dimostrare l’esistenza del nesso di causalità tra la cosa in custodia ed il danno arrecato, mentre l’Ente deve dimostrare il caso fortuito, ovverosia l’esistenza di fatti straordinari ed imprevedibili in grado di interrompere il nesso causale che lega l’evento lesivo alla cosa.

Dagli esiti dell’istruttoria si evince che la situazione di pericolo non era prevedibile da parte del motociclista, in quanto la buca non era perfettamente visibile agli utenti della strada, e dunque imprevedibile ed inevitabile.

La sconnessione del manto stradale costituisce in ogni caso un pericolo, e il proprietario della strada avrebbe quantomeno dovuto opportunamente segnalare la presenza del predetto pericolo.

Il Comune non costituendosi in giudizio non ha fornito la prova liberatoria di avere adottato tutte le misure idonee ad evitare l’evento.

Conseguentemente, è pacifica la prova della sussistenza degli estremi dell’art. 2051 c.c.

Inoltre, il testimone oculare escusso ha confermato la ricostruzione del sinistro fornita dall’attore nell’atto di citazione affermando “ho conosciuto l’attore in occasione del sinistro; ero in macchina quando lui è caduto; ero ad una distanza di dieci metri ed ero fermo perché ero al telefono con un’amica; ho visto l’attore cadere da una moto nera di grossa cilindrata; riconosco la moto in questione nelle foto che mi vengono esibite…riconosco la buca sull’asfalto ritratta nelle foto che mi vengono esibite. Preciso che su quella strada non c’è solo quella buca ma ce ne sono diverse….”.

In punto di danno alla salute, il CTU ha accertato che in conseguenza del sinistro l’attore riportava “Trauma contusivo ginocchio destro con emartro, contusione spalla destra con parziale lesine dei tendini della cuffia dei rotatori” ha subito lesioni permanenti nella misura del 4%, ITT di giorni 15, nonché una invalidità temporanea parziale al 50% di giorni 20; una invalidità temporanea parziale al 25% di giorni 25.”

Per la liquidazione del danno, applicando le Tabelle milanesi si addiviene all’importo di euro 4.539,48 per il danno biologico permanente.

Per quanto riguarda i danni materiali al motociclo, essendo stato prodotto un preventivo di spesa, il relativo ristoro viene respinto.

In totale, per il danno non patrimoniale viene liquidato l’importo di euro 6.023,54 oltre interessi legali.

Le spese del giudizio seguono la soccombenza e vengono liquidate in euro 3.200,00 oltre spese forfettarie e accessori di legge.

Il Comune, inoltre, viene gravato delle spese di CTU Medico-Legale.

Avv. Emanuela Foligno

Sei stato coinvolto in un incidente stradale? hai subito un danno fisico o perso un congiunto e vuoi ottenere il massimo risarcimento danni? Clicca qui

Leggi anche:

Lesioni causate da omessa custodia della strada e nesso causale

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui