Le Sezioni Unite della Cassazione, uniformando il nostro diritto all normativa eurounitaria, hanno stabilito l’operatività della garanzia per RCA in ogni spazio ove il veicolo possa essere utilizzato in modo conforme alla sua funzione abituale

Ai fini dell’operatività della garanzia per RCA., l’art. 122 del codice delle assicurazioni private va interpretato conformemente alla giurisprudenza eurounitaria nel senso che la circolazione su aree equiparate alle strade debba intendersi come quella effettuata su ogni spazio ove il veicolo possa essere utilizzato in modo conforme alla sua funzione abituale. E’ quanto stabilito dalle Sezioni Unite della Cassazione con la sentenza n. 21983/2021.

Il Supremo Collegio si è pronunciato sul caso che riguardava l’investimento mortale di un bimbo di 18 mesi avvenuto nel maggio del 2008 nel giardino dell’abitazione dei suoi genitori, in provincia di Treviso. Nello specifico il camper di proprietà di una zia, sorella della madre e guidato dal nonno, aveva travolto il piccolo mentre  gattonava sulla rampa di uscita dal garage, uccidendolo.

La compagnia assicuratrice, tuttavia, si era opposta a ogni forma di risarcimento in favore dei genitori e dei due fratellini, e i Giudici le avevano dato ragione.

In base alla normativa del nostro Paese, infatti, la responsabilità civile dei veicoli copre solo se l’incidente avviene durante la circolazione stradale su “strade pubbliche o a queste equiparate”, non in zone private. tTale era stata la lettura dei Giudici del merito.

Ma la Suprema Corte, nel rinviare il caso alla Corte di appello, ha ritenuto che la legge italiana vada allineata alla normativa europea in base alla quale la copertura è valida con riferimento a “ogni spazio in cui il veicolo possa essere utilizzato in modo conforme alla sua funzione abituale” e non più solamente allo spazio dove si possa svolgere una circolazione assimilabile per frequenza a quella di una strada pubblica.


La redazione giuridica

Sei stato coinvolto in un incidente stradale? hai subito un danno fisico o perso un congiunto e vuoi ottenere il massimo risarcimento danni? Clicca qui

Leggi anche:

Lesioni causate da omessa custodia della strada e nesso causale

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui