Il camice bianco è accusato del decesso di una donna di 76 anni, morta nel 2018 per una reazione allergica scatenata da un antibiotico prescrittole per una broncopolmonite. Secondo la Procura il professionista avrebbe agito con negligenza

Morì nel 2018 per una reazione allergica dovuta ad un antibiotico prescrittole dal medico curante. Nelle scorse ore si è svolta la prima udienza del procedimento a carico del professionista, dopo la decisione del Giudice per le indagini preliminari di rinviarlo a giudizio per omicidio colposo, in accoglimento della richiesta avanzata dal Pubblico Ministero.

La vittima, una 76enne residente in provincia di Arezzo, si era ammalata di broncopolmonite. Come riporta la Nazione, il dottore di famiglia le aveva prescritto quindi una terapia antibiotica, ma, nel compilare la ricetta non avrebbe considerato una forma allergica della paziente nei confronti della molecola in questione, un derivato della penicillina.

La donna è deceduta poco dopo aver assunto il farmaco, stroncata – in base a quanto appurato dai successivi accertamenti medico legali – da uno choc anafilattico.

A nulla è valso l’intervento dei soccorritori; al loro arrivo la signora era già morta.

All’inchiesta aperta dalla Procura aveva fatto seguito l’iscrizione nel registro degli indagati del dottore. Secondo la magistratura, il camice bianco avrebbe agito con negligenza, vuoi per una dimenticanza all’atto della prescrizione, vuoi per la mancata annotazione dell’allergia nel database in uso ai medici di famiglia. Sembra, infatti, che la forma allergica si fosse già manifestata in passato in un’altra circostanza.

Spetterà dunque al Tribunale stabilire se il decesso sia da ricondurre alla condotta dell’imputato. Il procedimento è stato aggiornato al mese di marzo.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

MORTA 30 MINUTI DOPO LA NASCITA, AVVIATA UNA DUPLICE INCHIESTA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui