Respinto il ricorso di un lavoratore che denunciava il vizio di legittimità in relazione alla decisione dei Giudici del merito di non riconoscergli la riduzione della capacità lavorativa specifica in seguito a un infortunio

La violazione dell’art. 115 c.p.c. può essere dedotta come vizio di legittimità non in riferimento all’apprezzamento delle risultanze probatorie operato dal giudice di merito, ma solo sotto due profili: qualora il medesimo, esercitando il suo potere discrezionale nella scelta e valutazione degli elementi probatori, ometta di valutare le risultanze di cui la parte abbia esplicitamente dedotto la decisività, salvo escluderne in concreto, motivando sul punto, la rilevanza; ovvero quando egli ponga alla base della decisione fatti che erroneamente ritenga notori o la sua scienza personale. La deduzione della violazione dell’art. 116 cod. proc. civ. è poi ammissibile ai sensi dell’art. 360, primo comma, n. 4, cod. proc. civ., ove si alleghi che il giudice, nel valutare una prova o, comunque, una risultanza probatoria, non abbia operato – in assenza di diversa indicazione normativa – secondo il suo “prudente apprezzamento”, pretendendo di attribuirle un altro e diverso valore oppure il valore che il legislatore attribuisce ad una differente risultanza probatoria (come, ad esempio, valore di prova legale), nonché, qualora la prova sia soggetta ad una specifica regola di valutazione, abbia invece dichiarato di valutare la stessa secondo il suo prudente apprezzamento, mentre, ove si deduca che il giudice ha solamente male esercitato il proprio prudente apprezzamento della prova, la censura è consentita ai sensi dell’art. 360, primo comma, n. 5, cod. proc. civ. Lo ha chiarito la Cassazione con l’ordinanza n. 36864/2021 pronunciandosi sul ricorso di un lavoratore che aveva agito in giudizio nei confronti dell’Azienda datrice al fine di vedersi riconoscere il danno non patrimoniale subito a seguito di infortunio sul lavoro. La Corte territoriale, in parziale riforma della pronuncia di primo grado, aveva accolto la domanda attorea condannando la società al pagamento di euro 26.861,00 detratto l’indennizzo percepito dall’INAIL. Tuttavia, disposta la rinnovazione della consulenza tecnica d’ufficio, pur accertando la percentuale del 10% di danno biologico permanente (all’articolazione scapolo omerale della spalla sinistra), oltre a stati di inabilità temporanea, assoluta e parziale, aveva escluso una riduzione della capacità lavorativa specifica sia sulla base dell’approfondita disamina svolta dal consulente medico (che aveva escluso la compromissione di una specifica abilità lavorativa) sia in considerazione della carenza di allegazioni e prova del danno patrimoniale.

Nel rivolgersi alla Suprema Corte, il lavoratore deduceva violazione degli artt. 115 e 116 cod. proc. civ., ex art. 360, primo comma, n. 3, cod. proc. civ., avendo, la Corte di merito, trascurato che la prova della riduzione della capacità lavorativa specifica poteva affermarsi, per presunzione semplice, dall’entità delle lesioni riportate (pari al 10%, come stimate dal consulente tecnico d’ufficio) unitamente ad altri fatti noti ed allegati dal lavoratore quali il pregresso svolgimento di un’attività lavorativa e i guadagni ottenuti.

Gli Ermellini, tuttavia, alla luce dei principi sopra richiamati, hanno ritenuto inammissibili le doglianze proposte, in quanto prospettate sotto il profilo della violazione di legge ai sensi del n. 3 dell’art. 360 cod. proc. civ., avendo, la Corte territoriale, considerato gli elementi probatori emersi in giudizio pervenendo alla esclusione di una riduzione della capacità lavorativa specifica sia sulla base dell’approfondita disamina svolta dal consulente medico (che aveva escluso la compromissione di una specifica abilità lavorativa) sia in considerazione della carenza di allegazioni e prova del danno patrimoniale.

La redazione giuridica

Sei vittima di un incidente sul lavoro o ritieni di aver contratto una malattia professionale? Affidati ai nostri esperti per una consulenza gratuita. Clicca qui

Leggi anche:

Lesione delle giunzione miotendinea prossimale causata da infortunio

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui