È stato eseguito per la prima volta in Italia, all’ospedale San Camillo di Roma, un intervento di trapianto di fegato su paziente con metastasi epatiche derivate da carcinoma mammario

Lo ha reso noto ieri, 1 agosto 2019, durante una conferenza stampa Fabrizio d’Alba, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera romana San Camillo-Forlanini.

L’intervento – ha spiegato il professore – è stato eseguito dall’equipe diretta da Giuseppe Maria Ettorre, responsabile Polo Interaziendale Trapianti. Si tratterebbe di un prodigioso risultato: uno dei pochissimi casi al mondo.

La paziente, Lelia B., è una giovane donna di 30 anni che aveva un tumore al seno. Attraverso chemioterapia e radioembolizzazione il problema delle metastasi è stato risolto, tuttavia, questi trattamenti le hanno fatto sviluppare una grave insufficienza epatica, o cirrosi.

L’operazione è stata eseguita circa due settimane fa, il 12 luglio scorso e ora la donna è in buone condizioni, tanto da aver potuto partecipare alla conferenza stampa di ieri.

«Averla qui presente con noi – ha affermato Ettorre – e con il sorriso, dopo averla vista sul letto di ospedale sofferente, ci riempie di gioia».

Così ha ringraziato tutti coloro «che hanno partecipato personalmente a questa esperienza: personale medico, anestesisti, i colleghi del Policlinico Umberto Primo che hanno seguito la paziente per il problema oncologico e quelli della radiologia interventistica del San Camillo, che l’ha trattata con radioembolizzazione per le metastasi al fegato».

Sono molto commossa”, ha invece affermato Lelia e riportato sul quotidiano La Repubblica: “Il 12 luglio è ormai il mio secondo compleanno. Sono grata di quest’occasione perché non avrei potuto averne altre. La ricerca prima dell’intervento ha avuto un valore fondamentale, mi hanno salvato la vita due volte, ma quest’epilogo non me l’aspettavo”.

Leggi anche:

FEGATO RIVITALIZZATO CON PROFUSIONE NORMOTERMICA TRAPIANTATO CON SUCCESSO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui