Pubblicati sul sito delle Entrate modelli e istruzioni per la stagione dichiarativa 2020. Nel 730 entrano  lo sport bonus, il credito d’imposta per la bonifica ambientale e la detrazione del 50% per le spese di realizzazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche

Sono disponibili sul siti dell’Agenzia delle Entrate i modelli e le istruzioni 730, Certificazione unica, Iva e 770 per la stagione dichiarativa 2020.

Per quanto riguarda il 730, gli eredi potranno utilizzare il modello per effettuare la dichiarazione dei redditi per conto del contribuente deceduto nel periodo compreso fra il 2019 e il 23 luglio 2020 e che presentava i requisiti per utilizzare questo modello semplificato. Entrano inoltre nel 730 lo sport bonus, il credito d’imposta per la bonifica ambientale e la detrazione del 50% per le spese di realizzazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche. Fra l’altro, le istruzioni sono aggiornate per recepire il nuovo limite reddituale per il figlio a carico portato a 4mila euro e l’aumento a 800 euro delle spese di istruzione detraibili.

Nel  modello Iva/2020, invece, entra la nuova casella sul frontespizio per i contribuenti che hanno applicato gli Isa e risultino esonerati dall’apposizione del visto di conformità.  Presenti, inoltre,  due nuovi quadri, il VP e il VQ: il primo è riservato ai contribuenti che intendono comunicare in sede di presentazione della dichiarazione annuale i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche relative al quarto trimestre; il secondo è riservato ai contribuenti che intendono determinare il credito maturato in seguito a versamenti di Iva periodica non spontanei, comunicazioni d’irregolarità o notifica di cartelle di pagamento riguardanti le comunicazioni delle liquidazioni periodiche.

Nella Certificazione unica 2020 trovano spazio campi appositi per l’indicazione dei premi di risultato relativi agli anni precedenti.

Ciò al fine di gestire le ipotesi in cui l’anno di effettuazione dell’opzione di conversione del premio di risultato in welfare aziendale non coincide con il periodo d’imposta in cui avviene l’erogazione dei benefit.  Inseriti tre nuovi campi anche per consentire di indicare la nuova forma di detassazione del Trattamento di fine servizio prevista dal decreto legge n.4/2019.

Infine nel Modello 770, specificamente nel quadro ST, è stato inserito un nuovo rigo riguardante i “Dati relativi all’intermediario non residente”, nei casi in cui l’intermediario non residente abbia nominato un rappresentate fiscale in Italia attivo come sostituto d’imposta. Introdotte anche alcune modifiche alle istruzioni del quadro SK per semplificare l’esposizione dei dati in caso di tassazione degli utili maturati in anni diversi. Sempre con riguardo ai sostituti d’imposta, inoltre, il modello presenta alcuni aggiornamenti alle istruzioni per la compilazione della Certificazione degli utili e dei proventi equiparati (CUPE).

Leggi anche:

IL FISCO PUÒ SOSTITUIRE IN AUTOTUTELA GLI ATTI PIÙ FAVOREVOLI AL CONTRIBUENTE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui