Il professionista è accusato di omicidio colposo in relazione alla morte di una paziente di 54 anni, deceduta per le complicanze di un tumore al seno non diagnosticato. Nonostante la sintomatologia presentata dalla donna, il camice bianco l’avrebbe curata per una artrite

Si è aperta nei giorni scorsi presso il Tribunale di Sassari l’udienza preliminare nei confronti di un medico di famiglia di 71 anni, originario della provincia del capoluogo di provincia sardo. Il professionista è accusato di omicidio colposo nell’ambito dell’inchiesta scaturita dalla morte di una sua paziente. La donna, sassarese di 54 anni, è scomparsa nel novembre del 2017 per le complicazioni di un tumore al seno non diagnosticato.

Nello specifico – secondo l’ipotesi accusatoria formulata dal Pubblico ministero, che ne ha chiesto il rinvio a giudizio – il camice bianco non avrebbe riconosciuto i sintomi della malattia, diagnosticando alla signora un’artrite e limitandosi a curarla con antinfiammatori.

La donna si sarebbe recata più volte dal suo medico di fiducia accusando dolore e gonfiore alla mano e al braccio destro, fino all’ascella. Nonostante ciò il professionista non avrebbe cambiato la diagnosi né la terapia prescritta.

In base agli accertamenti medico legali, la paziente morì per “infezione polmonare quale complicanza di un carcinoma mammario pluri-metastatico”. Il dottore, pertanto, secondo l’accusa avrebbe agito con “negligenza, imprudenza e imperizia”.

La famiglia della donna – come riporta l’agenzia Ansa –  si è costituita parte civile. Il medico, da parte sua, ha chiesto di essere sentito dal Giudice per l’udienza preliminare. Il procedimento è stato aggiornato a inizio dicembre.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623.

Leggi anche:

MORTA DOPO UN INTERVENTO AL RENE, TRE MEDICI A GIUDIZIO

ISTERECTOMIA EFFETTUATA IN RITARDO, TRE GINECOLOGI RISCHIANO IL PROCESSO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui