La vittima, una 50enne della provincia di Lecce, è morta dopo un intervento al rene sinistro nel 2016 . Secondo l’accusa a causare il decesso sarebbe stata una perforazione addominale riportata nel corso dell’intervento, sfociata in un grave shock settico

Tre medici in servizio nel 2016 all’ospedale di Lecce sono stati rinviati a giudizio a conclusione dell’inchiesta sul decesso di una  cinquantenne della provincia salentina, morta dopo un intervento al rene sinistro eseguito in laparoscopia. Per gli imputati l’accusa è di responsabilità colposa per morte in ambito sanitario. In base a quanto appurato, nel corso delle nefrectromia la donna avrebbe subito una perforazione intestinale del colon, risultata poi fatale.

Due dei professionisti saranno giudicati con il rito ordinario; per loro il processo inizierà a gennaio. Per gli inquirenti, come riporta il Nuovo Quotidiano di Puglia, non avrebbero adottato le necessarie precauzioni per limitare le lesioni a carico di organi endocavitari, provocando la lesione colica riscontrata nel corso dell’autopsia.

Il terzo camice bianco indagato, invece, ha chiesto e ottenuto di essere sottoposto al rito abbreviato.

Secondo il Pubblico ministero, avrebbe commesso leggerezze nella fase post-operatoria sottovalutando la gravità della situazione e limitandosi a somministrare una terapia spasmolitica ed analgesica. Il tutto pur in presenza di una sintomatologia algica addominale con febbre (38,2).

Inoltre, in base alla perizia medico legale disposta dalla Procura, sarebbe stato omesso lo svolgimento di una Tac quando ancora  le condizioni cliniche della 50enne non erano sfociate nel grave stato di shock settico che l’avrebbe portata alla morte.

Nell’ambito del procedimento, i familiari della vittima, marito e due figli, si sono costituiti parte civile.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

ISTERECTOMIA EFFETTUATA IN RITARDO, TRE GINECOLOGI RISCHIANO IL PROCESSO

BIMBA PARTORITA MORTA AD ACIREALE, INDAGANO PROCURA E ASP

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui