Secondo una ricerca statunitense lo svolgimento della professione con maggiore autonomia e indipendenza influisce sul benessere psicologico del professionista riducendo i rischi di burnout

I medici di medicina generale che esercitano in piccoli laboratori soffrono di burnout nettamente meno rispetto ai colleghi che lavorano in contesti più grandi e articolati. E’ quanto emerge da uno studio condotto negli Stati Uniti presso la School of Medicine della New York University.

La sindrome di burnout è particolarmente diffusa tra i camici bianchi. Ne sono causa, tra l’altro, i ritmi di lavoro troppo intensi e il continuo contatto con la sofferenza dei pazienti. Essa si manifesta con una perdita di interesse nei confronti delle persone con le quali l’operatore svolge la professione. Tra gli elementi caratterizzanti figurano l’esaurimento emotivo e la mancanza di realizzazione personale.

Tale condizione, naturalmente, influisce pericolosamente anche sulla qualità delle cure e dell’assistenza offerta.

La ricerca statunitense, pubblicata sul Journal of the American Board of Family Medicine ha preso in esame 204 medici, oltre a 31 infermieri e assistenti. Il 66,9% delle piccole realtà incluse era costituito da studi monoprofessionali.

I risultati hanno evidenziato che solo il 13,5% dei mmg che operano in strutture di piccole dimensioni subisce stress tali da sfociare nella sindrome di burnout. Il tutto a fronte di una media nazionale che, senza distinguere tra specialità e luoghi di lavoro, si attesta al 54,4%.

Gli autori del lavoro hanno quindi concluso che i professionisti che svolgono la propria attività da soli o in piccoli gruppi hanno “un maggiore controllo sul loro ambiente di lavoro”. Una condizione caratterizzata da indipendenza e autonomia a cui è associato un maggiore benessere psicologico che influisce su soddisfazione lavorativa, produttività e qualità dell’assistenza. Ciò, nonostante si debbano affrontare sfide impegnative, quali i costi di gestione crescenti.

 

Leggi anche:

VIOLENZA SUI LUOGHI DI LAVORO, ALLA CAMERA UNA MOZIONE PER LA SANITÀ

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui