La novità in materia fiscale per i medici liberi professionisti è quella sulla detrazione dalle spese fino a 10 mila euro, dei costi per la loro formazione: frequenza a master o a convegni per l’aggiornamento professionale (Ecm).

Potranno inoltre stipulare assicurazioni, detraibili, per scongiurare il rischio dei mancati pagamenti dei clienti. Questo quanto prevede un disegno di legge collegato alla Legge di Stabilità che secondo l’Andi, (Associazione nazionale dentisti italiani), verrà a breve discusso in Parlamento e che riconosce il valore dell’attività professionale quale motore di sviluppo per l’intero Paese.

«Il ddl dovrebbe essere approvato nel mese di gennaio – spiega all’Adnkronos Salute Gianfranco Prada, presidente Andi – oggi un medico può arrivare a spendere fino a 3 mila euro l’anno per l’aggiornamento e ora, se il ddl avrà il via libra, questa somma potrà essere detratta. Sull’altro fronte dei mancati pagamenti da parte dei clienti, assistiamo ad un aumento di questi casi che riguardano il 10% dei lavori eseguiti dai colleghi.

«Le difficoltà nel recuperare questi soldi – continua Prada – sta diventando sempre più ardua, ecco che un’assicurazione, detraibile, può garantire il dentista contro l’eventualità che il cliente non paghi dopo aver ricevuto l’assistenza. Chiediamo quindi ai parlamentari una rapida approvazione dei nuovi provvedimenti».

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui