Il 27 febbraio un Webinar dedicato alla gestione del timing e del rischio clinico in epoca Covid con riferimento al trauma nell’anziano fragile

Il paziente anziano sovente è affetto da complessi quadri anatomo-clinici condizionati da patologie coesistenti, tra le quali l’osteoporosi, tali da determinare un precario equilibrio psico-fisico. In questi soggetti l’evento fratturativo rappresenta una delle problematiche cliniche più rilevanti, potendosi presentare in quasi tutti i segmenti scheletrici, con prevalenza negli arti. In questi pazienti, la genesi del quadro fratturativo è spesso associata a commorbilità tali da determinare alterazioni sull’osso, determinando peraltro un maggior rischio di complicanze. Risulta, pertanto, evidente la necessità di identificare i fattori di rischio specifici al fine di fornire al paziente la più completa informazione inerente al trattamento chirurgico proposto.

La pandemia da Covid 19 ha fatto emergere delle criticità assistenziali connesse alla natura stessa dell’infezione e che potrebbero portare a contestazioni di responsabilità nei confronti dei medici e degli altri professionisti sanitari e questo malgrado l’indubbio impegno profuso dai sanitari. La tendenza del timing nei processi assistenziali ha una notevolissima importanza in quanto è uno degli elementi su cui si fonde la validità dei processi terapeutici ed è connotata da precisi aspetti medico-legali, in quanto si potrebbero prospettare ipotesi di responsabilità della struttura e degli operatori sanitari.

Di tali aspetti si discuterà nel Webinar “Il trauma nell’anziano fragile: la gestione del timing e del rischio clinico in epoca Covid e implicazioni medico legali” in programma il 27 febbraio 2021.

L’evento è organizzato da AITOG (Associazione Italiana Traumatologia ed Ortopedia Geriatrica) con il patrocinio di SIOT (Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia), AISOT (Associazione Italiana Specializzandi in Ortopedia e Traumatologia), Associazione Valore Uomo, Consulta Nazionale dei Giovani Medici Legali, OMCeO Milano (Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri), SIMLA (Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni) e SLOTO (Sodalizio Lombardo degli Ortopedici Traumatologi Ospedalieri).

Il programma, articolato in 4 sessioni, vedrà esperti e professionisti del settore confrontarsi su argomenti quali “la gestione del rischio clinico in tema Covid” e il “rischio chirurgico in tema Covid”. Si procederà poi alla presentazione e discussione di un caso clinico complesso, a cui farà seguito un focus sulle “implicazioni medico legali”, con interventi incentrati su temi quali il consenso informato, la responsabilità dell’ortopedico e della struttura, la valutazione del danno alla luce delle preesistenze e le problematiche etiche connesse all’accesso alle cure del paziente contagiato da Sars-Cov-2.

Il Webinar è aperto a medici, fisioterapisti, specializzandi e membri della Consulta Nazionale dei Giovani Medici Legali Universitari. Info e iscrizioni su www.keepinternational.net

SCARICA QUI IL PROGRAMMA DEL WEBINAR

Leggi anche:

Epidemia di Covid-19, gli indicatori per la classificazione del rischio

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui