Improvviso spegnimento della luce e caduta dalle scale del condominio (Cassazione civile, sez. VI, 21/09/2022, n.27587).

Improvviso spegnimento della luce sulle scale provoca la caduta della persona in transito.

Il Tribunale di Teramo rigettava la domanda risarcitoria proposta dal danneggiato nei confronti del Condominio per il danno biologico patito a seguito del sinistro verificatosi all’interno dello stabile condominiale alle ore 22.00, allorché, mentre scendeva le scale da un piano all’altro, cadeva a terra a seguito dell’improvviso spegnimento della luce.

La Corte di Appello dell’Aquila confermava la decisione di primo grado evidenziando che non era stato provato alcun malfunzionamento dell’impianto di illuminazione condominiale, né l’impropria realizzazione del corrimano di scorrimento che risultava del tutto conforme alla normativa vigente.

Per tali ragioni i Giudici di merito ritenevano che l’evento dannoso era da imputarsi al contegno imprudente della danneggiata, la quale, scendendo le scale senza tener conto della durata di accensione del timer di illuminazione a tempo, aveva posto in essere una condotta colposa idonea ad escludere il nesso causale tra la cosa in custodia e il danno.

La danneggiata propone ricorso per Cassazione.

La ricorrente deduce che era stata provata l’insidia dello stato dei luoghi, in ragione del fatto che il corrimano terminava prima dell’ultimo gradino e che la luce era provvista di timer; critica la sentenza impugnata per non aver “ben valutato le risultanze istruttorie”, da cui sarebbe emerso il suo comportamento diligente e l’esclusiva responsabilità del condominio convenuto, che non avrebbe provato la sussistenza del caso fortuito; evidenzia che dall’istruttoria svolta in primo grado era risultato che non conosceva lo stato dei luoghi essendo ospite della figlia e, una volta spentasi la luce, aveva tentato di raggiungere il piano-scala aggrappandosi al corrimano, finendo per cadere rovinosamente a terra a causa dell’insufficiente lunghezza di questo.

Con gli altri due motivi censura la sentenza di appello in relazione alla qualificazione di caso fortuito e nella parte in cui ha affermato che non era chiaro se l’attrice fosse essa stessa una condomina, o se si trovasse nello stabile da giorni quale ospite della figlia conduttrice di un appartamento; deduce che la circostanza che fosse ospite della figlia era nota alle parti convenute ed era stata documentalmente provata nel primo grado del giudizio.

Le doglianze sono inammissibili.

Le censure propongono una rivalutazione dei fatti non consentita alla Corte di legittimità, dalla quale tendono a suscitare un nuovo giudizio di merito in contrapposizione a quello espresso dalla Corte di Appello.

La Corte territoriale, nel formulare il giudizio secondo cui l’evento dannoso doveva ascriversi unicamente al fatto colposo della danneggiata, ha motivatamente ritenuto: in primo luogo, che non fosse stato provato il dedotto malfunzionamento del timer di illuminazione che provocava l’improvviso spegnimento della luce; in secondo luogo, che fosse emersa la conformità alla normativa vigente del corrimano delle scale; in terzo luogo, che fosse irrilevante la circostanza che la ricorrente fosse una condomina o fosse ospite della figlia, sul rilievo che, in quanto dimorante nel condominio, aveva comunque conoscenza dei luoghi di causa e doveva essere necessariamente consapevole della presenza di illuminazione a tempo delle scale condominiali.

Ed ancora, la Corte di merito non ha omesso l’esame della circostanza controversa che la ricorrente fosse ospite della figlia, ma, al contrario, l’ha espressamente presa in considerazione, reputandola peraltro irrilevante ai fini della qualificazione colposa della sua condotta.

Anche la doglianza inerente l’istruttoria espletata nei gradi di merito è inammissibile, ergo nessuna responsabilità ai sensi dell’art. 2051 c.c. può ragionevolmente essere posta a capo del Condominio per l’improvviso spegnimento della luce delle scale.

Il ricorso viene respinto con condanna alle spese.

Avv. Emanuela Foligno

Leggi anche:

Lastra del marciapiede spezzata e avvallata

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui