Per la Cassazione masturbarsi al parco rientra tra gli atti osceni depenalizzati, non trattandosi di un luogo abitualmente frequentato da minori

Gli Ermellini lo hanno stabilito con la sentenza  numero 30798/2017 cancellando la condanna per atti osceni a carico di un cittadino moldavo che era stato più volte sorpreso in momenti di autoerotismo sia in ambienti esterni, in un parco pubblico, che interno, nell’abitacolo della sua auto. Ogni volta sempre a conoscenza – volontariamente ricercata – della presenza circostante di spettatrici minorenni.
Per i giudici di primo e di secondo grado non c’erano dubbi: condanna per atti osceni. La pensano diversamente i giudici di legittimità secondo i quali va applicata al caso di specie la depenalizzazione introdotta col decreto legislativo n. 8/2016. Quindi niente atti osceni se il luogo non è solitamente visitato da minori.
Sulla definizione di luogo “abitualmente frequentato da minori”, i Giudici distinguono da quella di “prevalentemente frequentato da minori”, e deve comunque intendersi un luogo connotato da una frequentazione nel senso “di una certa sua elettività e sistematicità, tale da fare ritenere ‘abituale’, quindi ‘attesa’ ovvero ‘prevista’ sulla base di una valutazione significativamente probabilistica, la specifica presenza di minori in tale ubicazione”. Come per esempio quindi i pressi di una scuola, strade, piazze e vie.
“Affinché ricorra il predetto requisito della abitualità della frequentazione del luogo da parte dei minori non è sufficiente – laddove non si voglia diluire il concetto sino a farlo sostanzialmente coincidere con quello di luogo aperto o esposto al pubblico – che ivi si possa trovare un minore, ma è necessario che, sulla base di una attendibile valutazione statistica, sia altamente probabile che il luogo presenti la presenza di più soggetti minori di età”.
Annullata quindi e senza rinvio la sentenza di condanna al cittadino moldavo che potrà in tutta calma reiterare la sua prassi dove preferisce. L’unico obbligo a cui deve sottostare è una sanzione amministrativa.

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui