La donna, accorsa in Pronto soccorso per un dolore al petto, è morta in casa dopo le dimissioni dall’ospedale; disposta l’autopsia

La Procura di Vicenza ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo sul decesso di una pensionata di 79 anni, morta in casa dopo le dimissioni dall’ospedale del capoluogo di provincia veneto. Le indagini hanno preso le mosse dall’esposto presentato dai familiari.

In base a quanto riportato dal Corriere, la donna si sarebbe recata in Pronto soccorso lamentando dolore al petto. Presa in carico dal medico di turno sarebbe stata visitata e sottoposta ad alcuni accertamenti, tra cui analisi del sangue ed elettrocardiogramma; quindi, a distanza di circa tre ore dall’accesso, sarebbe stata dimessa con la diagnosi di reflusso gastroesofageo e la prescrizione di un antidolorifico. Tornata presso la propria abitazione, dopo circa due ore, sarebbe sopraggiunto il decesso, mentre la signora si trovava a letto.

I figli e il marito si sono rivolti alla magistratura chiedendo che venga effettuata l’autopsia per chiarire le cause della morte, nonché per valutare la sussistenza di eventuali responsabilità e negligenze mediche per la tragica scomparsa della loro cara.

Il sostituto procuratore titolare del fascicolo ha quindi disposto una consulenza che dovrà fornire risposte circa la correttezza della diagnosi e della condotta tenuta dal camice bianco che ha auto in cura la paziente. Il professionista, in vista degli accertamenti peritali, è stato iscritto nel registro degli indagati; un atto dovuto per consentirgli di partecipare all’esame necroscopico attraverso la nomina di un medico legale.

Sei vittima di errore medico o infezione ospedaliera? Hai subito un grave danno fisico o la perdita di un familiare? Clicca qui

Leggi anche:

Emorragia cerebrale dopo il ricovero in ospedale, aperta inchiesta a Udine

Complicanze dopo una isterectomia, quattro medici condannati per lesioni

Morta dopo un intervento alla colonna vertebrale, due medici a giudizio

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui