Disposta l’autopsia sul corpo di un 70enne della provincia di Lecce, morto il giorno dopo una visita in Pronto soccorso, per cause da chiarire

La Procura di Lecce ha avviato un’inchiesta sul decesso di un 70enne morto il giorno dopo una visita in Pronto soccorso. Le indagini sono partite in seguito alla denuncia querela presentata dai familiari, intenzionati a chiarire la sussistenza di eventuali responsabilità sanitarie per l’accaduto.

In base a quanto riportato dal Leccenews24, lo scorso 25 gennaio le figlie della vittima, passando nei pressi dell’abitazione del padre, lo avrebbero trovato riverso per terra dietro la sua macchina. L’uomo, con una cardiopatia pregressa, avrebbe presentato un colorito giallastro e difficoltà motorie, oltre a non riconoscere le sue care.

Le donne avrebbero quindi allertato il 118 e il 70enne sarebbe stato trasportato in ambulanza presso il nosocomio di un centro di provincia. Il personale sanitario avrebbe eseguito un elettrocardiogramma a bordo del mezzo, chiedendo ulteriori esami strumentali all’arrivo in ospedale. Qui, il paziente sarebbe stato visitato da un medico del pronto soccorso che avrebbe riscontrato una sciatalgia alla gamba e – sempre secondo il racconto dei parenti – lo avrebbe dimesso, dopo appena venti minuti, con la prescrizione di alcuni farmaci, non ritenendo necessari altri approfondimenti.

La mattina successiva l’uomo è stato trovato privo di vita nella sua abitazione.

Ora i congiunti chiedono di verificare se quella tragedia fosse evitabile. Il Pubblico ministero titolare del fascicolo ha quindi disposto lo svolgimento dell’autopsia e, in vista dell’esame necroscopico ha iscritto nel registro degli indagati il medico del pronto soccorso che visitò la vittima e un infermiera del 118. I due operatori sanitari, che rispondono dell’ipotesi di reato di responsabilità colposa in ambito sanitario, potranno così prendere parte agli accertamenti peritali attraverso la nomina dei propri consulenti.

Se sei stato/a vittima di un errore medico e vuoi ottenere, in breve tempo, il risarcimento dei danni fisici subiti o dei danni da morte di un familiare, clicca qui

Leggi anche:

Arresto cardiaco prima di essere operata, si indaga per omicidio colposo

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui