Il rinforzo muscolare può essere considerato un valido ed efficace sistema di prevenzione. Curare i muscoli dell’avambraccio vuol dire migliorare l’efficienza dello strumento più complesso che l’evoluzione abbia creato

Quando parliamo di rinforzo muscolare siamo soliti pensare ad esercizi con i pesi e a grandi distretti muscolari. Come avrai però capito leggendo gli articoli precedenti, il rinforzo muscolare può essere considerato un valido ed efficace sistema di prevenzione senza dover sollevare chissà quale bilanciere e chissà con quale enorme muscolo.

Esistono infatti dei sistemi muscolari molto deboli rispetto ad altri grandi distretti del corpo, che non necessitano di potenziamento ma per i quali un giusto mantenimento può essere efficace a tenerli in buona salute.

I muscoli dell’avambraccio ad esempio sono tra questi gruppi spesso dimenticati. Mi capita sempre più spesso di trovare in rete esercizi per migliorare l’addome, i fianchi, la schiena, le spalle, le cosce e via dicendo ma, mai e poi mai trovo esercizi per migliorare la funzione dei muscoli dell’avambraccio.

L’avambraccio è davvero una regione del corpo curiosa, infatti non possiede quasi per nulla muscolatura propria, ma ospita muscoli che producono movimento altrove… alla mano per l’esattezza. Quasi tutti i muscoli dell’avambraccio producono movimento nelle mani e curare questi muscoli vuol dire migliorare l’efficienza dello strumento più complesso che l’evoluzione abbia creato.

Dunque, di seguito troverai tre semplici esercizi per migliorare la funzionalità motoria di avambraccio e mani.

Esercizio 18RM – Estensori del polso

Mettiti comodamente seduto/a di fronte ad un tavolo e poggia l’avambraccio sulla sua superficie facendo in modo ce la mano penzoli dal bordo. Afferra una boccetta d’acqua piena da mezzo litro e solleva il dorso della mano per 15 volte consecutive. Poi esegui dal lato opposto.

Esercizio 19RM – Flessori del polso

Mettiti comodamente seduto/a di fronte ad un tavolo e poggia la parte superiore dell’avambraccio sulla sua superficie facendo in modo ce la mano si trovi con il palmo rivolto verso l’alto. Afferra una boccetta d’acqua piena da mezzo litro e solleva dal piano il dorso della mano per 15 volte consecutive. Poi esegui dal lato opposto.

Esercizio 20M – Prono-supinatori dell’avambraccio

Da seduto afferra una boccetta da mezzo litro piena di acqua, mantieni l’avambraccio parallelo al suolo e ruota il polso della mano vero destra e verso sinistra in modo continuativo per 20 volte. Poi esegui dal lato opposto.

Dr. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

Leggi anche:

EQUILIBRIO TRA I MUSCOLI DI PETTO E BRACCIA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui