Il proprietario del cane rischia una denuncia per lesioni colpose, omessa custodia e malgoverno di animali. La piccola stava giocando in strada, a pochi passi da casa. Il rottweiler sarebbe sfuggito da un’abitazione vicina e l’avrebbe aggredita causandole molteplici e profonde ferite, anche alla testa

Omessa custodia, malgoverno di animali e lesioni colpose. Queste la accuse cui rischia di dover rispondere il proprietario di un rottweiler che, in provincia di Cosenza, ha azzannato una bambina di quattro anni lo scorso sabato.

La piccola, secondo quanto riporta il quotidiano online quicosenza.it, stava giocando in strada a pochi metri di distanza dalla propria abitazione. All’improvviso il cane le si sarebbe avventato contro, procurandole delle gravi ferite, anche alla testa.

La bimba sarebbe stata liberata dalla morsa del molosso grazie all’intervento di alcuni passanti e all’accorrere del padre che, richiamato dalle urla della famiglia, si sarebbe precipitato in suo soccorso.

La situazione ha richiesto l’intervento del 118 e il trasporto della ragazzina all’ospedale Annunziata di Cosenza.

La giovane paziente, arrivata in codice rosso presso la struttura sanitaria, è stata portata immediatamente in sala operatoria. I medici, a causa della molteplicità e profondità delle ferite, avrebbero dovuto applicarle numerosi punti di sutura.

La bambina sarebbe ancora ricoverata nella struttura ospedaliera per lesioni gravi ma non verserebbe in pericolo di vita. Il Rottweiler, invece, sarebbe stato sottoposto a profilassi veterinaria presso un canile della provincia cosentina.

Secondo una prima ricostruzione, basata sulle testimonianze rese da alcuni testimoni oculari della vicenda, il cane sarebbe fuggito dal cortile di un’abitazione vicina scavalcando la recinzione. Sembra che al momento dell’aggressione l’animale fosse in custodia dal padre del proprietario. Per quest’ultimo, oltre ai possibili risvolti penali, scatterà una salata sanzione amministrativa.

Leggi anche:

AGGREDITA DA UN ROTTWEILER: VITTIMA RESPONSABILE AL 20%

MINORE AGGREDITO DA UN CANE ALL’USCITA DAL CONVENTO: CHI PAGA I DANNI?

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui