Disposta l’autopsia per fare chiarezza a quanto accaduto a un 81enne morto dopo una caduta in albergo a Ischia dove stava trascorrendo un periodo di vacanza

Un medico in servizio lo scorso agosto nell’ospedale di Ischia è stato iscritto nel registro degli indagati in relazione al decesso di un 81enne morto dopo una caduta, mentre a bordo di un’ambulanza privata stava tornando a Vicenza, dove viveva in una casa di cura, dall’isola campana, dove si era recato per trascorrere un periodo di vacanza.

L’uomo era finito in Pronto soccorso, avendo riportato dei traumi, dopo un incidente nell’albergo in cui soggiornava;  era stato visitato e poi dimesso, ma continuava ad avvertire malesseri, tanto da decidere di tornare in Veneto. 

Il 28 agosto, però, durante il viaggio di rientro dalla località turistica, le sue condizioni erano precipitate. Inutile la corsa verso il più vicino nosocomio di Arezzo dove era arrivato già privo di vita.

La Procura del capoluogo di provincia toscano aveva quindi disposto l’apertura di un’inchiesta per fare chiarezza sull’accaduto, coordinandosi con i colleghi del capoluogo partenopeo, cui spetta la competenza territoriale sull’isola del Golfo di Napoli.

Nelle scorse ore è scattato l’avviso di garanzia per il camice bianco  che si occupò della vittima dopo l’incidente.

Si tratta – specifica il Corriere di Arezzo – di un atto dovuto per consentire al professionista la nomina di un proprio consulente in vista degli accertamenti peritali.

Il Pubblico ministero ha infatti disposto lo svolgimento dell’esame autoptico sulla salma del defunto al fine di individuare le esatte cause del decesso e verificare la sussistenza di eventuali negligenze, omissioni o imprudenze nell’assistenza prestata al paziente.

Hai vissuto una situazione simile? Scrivi per una consulenza gratuita a malasanita@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

Presunta diagnosi errata, chiesti 18 mesi per morte bambino di sei anni

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui