Migliorare il controllo dei muscoli non permette solo di avere più forza, ma anche di muoversi più correttamente e quindi prevenire gli infortuni

Rinforzare i muscoli non vuol dire necessariamente diventare un bodybuilder, un potenziamento muscolare minimo a volte nemmeno si vede. Infatti l’erogazione della forza di un determinato muscolo non dipende solo dalla sua grandezza. È ovvio che un muscolo più grande abbia più forza, ma la cosa che a noi, poveri e magri mortali, interessa è che i nostri muscoli siano comunque efficienti!

La capacità di utilizzare tutto il muscolo o solo parte di esso si definisce proprio capacità di reclutamento. Se infatti, a parità di dimensioni un muscolo è più forte e l’altro più debole, la differenza sta proprio nella capacità di contrarre tutto o parte del muscolo in questione.

Si lo ammetto… può sembrare complicato ma facciamo un esempio chiarificatore.

Ognuno di noi utilizza un arto superiore più dell’altro. Io ad esempio sono destrimano. Con la mano destra riesco facilmente a prendere in braccio il più piccolo dei miei figli, cosa che non riesco a fare tanto facilmente con la sinistra. Eppure, a vedermi non si direbbe che io abbia un arto superiore destro enorme rispetto al sinistro… insomma nessuno mi scambierebbe per un granchio dalle chele differenti!

Ciononostante, a destra sono più “forte che a sinistra”. Questo accade poiché essendo abituato ad utilizzare la mano destra come dominante, a sinistra ho meno controllo, meno percezione e quindi minor capacità di reclutamento muscolare.

Quindi la nostra partita si gioca tutta sulla capacità di controllare nel miglior modo possibile i muscoli. E questo aspetto può essere esercitato attraverso un semplicissimo accorgimento: eseguire i movimenti durante gli esercizi in modo lento e con la massima attenzione. Migliorare il controllo muscolare inoltre non permette solo di avere più forza, ma anche di muoversi più correttamente e quindi prevenire gli infortuni!

Vediamo quindi altri due esercizi per migliorare forza e controllo dei muscoli di collo e spalle.

Esercizio 3RM – Estensione del collo.

Mettiti in una posizione comoda, se vuoi anche a sedere su di una sedia con schienale. Incrocia le dita delle mani tra loro e porta i palmi dietro il capo all’altezza dell’occipite. Retrai leggermente il mento ed inizia a spingere il capo verso dietro sulle mani. Contrasta la spinta del capo con le mani. Mantieni la posizione per 6 secondi e poi esegui una pausa di 6 secondi. Ripeti per 10 volte.

Esercizio 4RM – Protrazione del capo.

Dalla stessa posizione dell’esercizio precedente, poggia il palmo delle mai sulla fronte e successivamente spingi il capo in avanti come se volessi allungare il mento in avanti. Contrasta con le mani la spinta del capo. Mantieni la posizione per 6 secondi e poi esegui una pausa di 6 secondi. Ripeti per 10 volte.

Dr. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

Leggi anche:

RINFORZO MUSCOLARE, ESERCIZI PER COLLO E SPALLE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui