La magistratura ha disposto l’autopsia per chiarire le cause del decesso di una neonata morta due ore dopo il parto; gli esiti degli accertamenti peritali sono attesi entro 60 giorni

La Procura di Treviso ha aperto un’inchiesta per fare piena luce sulle cause del decesso di una neonata morta due ore dopo il parto in una struttura sanitaria di provincia. La mamma era giunta al termine del periodo di gestazione e la gravidanza non avrebbe presentato particolari problemi.

La donna, 30 anni, era giunta in ospedale lo scorso 11 aprile ed era stata ricoverata per il parto. Nella notte aveva dato alla luce la sua piccola, ma la bimba avrebbe subito avuto bisogno della rianimazione neonatale ed era deceduta alle prime luci del mattino successivo, nonostante i disperati tentativi dei medici di salvarle la vita.

La stessa Azienda sanitaria, nell’esprimere cordoglio e vicinanza alla famiglia, aveva subito aperto un’indagine interna chiedendo un’audizione di tutti gli operatori sanitari interessati dal caso, che sarebbero stati sottoposti a due audit, con la partecipazione di un componente esterno, per ricostruire tutti i passaggi della vicenda.

Parallelamente il caso è finito all’attenzione della magistratura.

Il pubblico ministero titolare del fascicolo ha disposto lo svolgimento dell’autopsia sulla salma della piccola vittima, incaricando un anatomopatologo.

L’esame necroscopico, eseguito nei giorni scorsi, non avrebbe tuttavia dato riscontri immediati sulle cause della tragedia. Come riporta Treviso Today, servirà dunque un esame istologico sui tessuti della bambina e su quello della placenta per chiarire cosa sia accaduto e valutare la sussistenza di eventuali responsabilità.

Se sei stato/a vittima di un errore medico e vuoi ottenere, in breve tempo, il risarcimento dei danni fisici subiti o dei danni da morte di un familiare, clicca qui

Leggi anche:

Emorragia cerebrale dopo il ricovero in ospedale, aperta inchiesta a Udine

Complicanze dopo una isterectomia, quattro medici condannati per lesioni

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui