Istituito un Tavolo di categoria con l’obiettivo di fornire agli odontoiatri riferimenti certi per garantire la tutela della loro salute e quella dei loro pazienti

Mentre sembra calare la curva dei contagi da Covid-19 e il Governo si prepara ad allentare gradualmente le restrizioni, la Professione odontoiatrica guarda alla Fase II, preparandosi per riaprire gli studi in condizioni di piena sicurezza per professionisti, collaboratori e pazienti. La Commissione Albo Odontoiatri della FNOMCeO ha istituito a tal fine su una piattaforma streaming  un Tavolo di lavoro dedicato che comprende tutte le componenti dell’Odontoiatria: da quella ordinistica a quella sindacale, da quella universitaria a quella previdenziale.

“Come è noto – spiega il Presidente CAO e coordinatore del Tavolo, Raffaele Iandolo – attualmente gli studi odontoiatrici sono di fatto chiusi, ma disponibili a garantire le esigenze di urgenza di alcune prestazioni non differibili, al fine di limitare gli spostamenti dei cittadini dalle loro abitazioni”. In questi ultimi casi – rassicura il vertice della CAO – già oggi andare dal dentista è sicuro, proprio grazie alla regola che la Professione si è data autonomamente di limitare le prestazioni alle urgenze, in modo da amplificare le misure di distanziamento sociale che stanno dando i primi risultati in termini di contenimento dell’epidemia.

“È bene, dunque, che i cittadini continuino, per quanto possibile, a rimanere a casa, lasciando ai professionisti il compito di lavorare per la tutela della loro salute, in vista anche di una auspicata riapertura degli studi”.

Il Tavolo si muoverà su sette direttrici: le conoscenze scientifiche sul virus, le modalità di diffusione, l’epidemiologia, la diagnosi; l’eventuale screening dei pazienti tramite test rapidi e sierologici; la protezione del paziente; quella degli operatori sanitari; la sanificazione degli ambienti; le istruzioni sull’uso ottimale dei dispositivi individuali di protezione; gli aspetti organizzativi.

“L’obiettivo – evidenzia Iandolo – è quello di offrire a tutti gli odontoiatri italiani riferimenti certi, di carattere scientifico e anche di pratica organizzazione, per garantire la tutela della loro salute e quella dei loro pazienti. A tal fine, verranno ascoltati scienziati autorevoli sugli aspetti diagnostici, organizzativi e di prevenzione relativi al COVID 19, e saranno coinvolte anche tutte le figure del settore odontoiatrico interessate alla riapertura degli studi”.

Il Tavolo si riunirà più volte anche nelle prossime settimane per giungere quanto prima a soluzioni condivise e pienamente esaurienti che, una volta sottoposte a validazione del Ministero della Salute, verranno messe a disposizione di tutti i dentisti italiani.

Leggi anche:

COVID 19, SMI: SUBITO MISURE DI SOSTEGNO PER REDDITO ODONTOIATRI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui