I professionisti sono accusati del ritardo nello svolgimento del cesareo, a causa di una errata valutazione del tracciato cardiotocografico e dei successivi tentativi di estrazione del feto con l’impiego della ventosa

Un ginecologo e un’ostetrica dell’ospedale dell’ospedale di Benevento risultano indagati dalla Procura della Repubblica del capoluogo di provincia campano per il decesso di un neonato, morto pochi giorni dopo la nascita a inizio giugno del 2019, per un presunto ritardo nello svolgimento del cesareo.

Erano inizialmente sette gli avvisi di garanzia spiccati dalla magistratura, ma per cinque operatori sanitari si va verso l’archiviazione.

Ai due medici ancora coinvolti nell’inchiesta viene invece contestata l’errata valutazione del tracciato cardiotocografico del feto, nonché il successivo tentativo di estrarre il piccolo con la ventosa per tre volte, in violazione delle linee guida e delle buone pratiche clinico assistenziali.

Una condotta che – secondo l’ipotesi accusatoria – avrebbe ritardato l’ingresso della gestante in sala operatoria, dove la donna, il 30 maggio, aveva dato alla luce il proprio bimbo con un taglio cesareo.

Il neonato – in base alla ricostruzione degli inquirenti – era “gravemente asfittico” e “con un quadro clinico gravemente compromesso”. Si era quindi reso necessario il ricovero immediato nel reparto di Terapia intensiva neonatale del nosocomio sannita. Il piccolo, però, non ce l’aveva fatta; il suo cuoricino aveva cessato di battere a distanza di poche ore.

Gli indagati – come riporta Ottopagine – hanno ora venti giorni a disposizione per chiedere di essere interrogati o produrre memorie difensive. Trascorso tale termine il Pubblico ministero titolare del fascicolo procederà alle eventuali richieste di rinvio a giudizio.

Se sei stato/a vittima di un errore medico e vuoi ottenere, in breve tempo, il risarcimento dei danni fisici subiti o dei danni da morte di un familiare, clicca qui

Leggi anche:

Arresto cardiaco prima di essere operata, si indaga per omicidio colposo

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui