In caso di criticità evidenziate nell’elaborato peritale deve affermarsi concorso di responsabilità dei due conducenti al 50% laddove l’accertata esistenza di alcuni elementi concreti di colpa a carico di uno, ovvero di entrambi i conducenti dei veicoli, non impedisce il ricorso al criterio di cui all’art. 2054 c.c. (Tribunale di Latina, Sez. II, Sentenza n. 1764/2021 del 01/10/2021)

Nella decisione qui a commento il Tribunale ha statuito: “Per quanto si ritenga provato l’accadimento del sinistro stradale ed il coinvolgimento dell’autovettura condotta dal convenuto, laddove la tesi attorea oltre che nella deposizione testimoniale e nel modello CID trova parziale riscontro anche nella CTU, non può parimenti ritenersi confermata la dinamica del sinistro fornita dall’attore, alla luce delle criticità evidenziate nell’elaborato peritale: deve dunque affermarsi concorso di responsabilità dei due conducenti al 50 % laddove l’accertata esistenza di alcuni elementi concreti di colpa a carico di uno ovvero di entrambi i conducenti dei veicoli scontratisi non impedisce il ricorso al criterio sussidiario della responsabilità, presunta di pari grado, quando l’impossibilità dell’accertamento delle circostanze di maggior rilievo influenti sulla dinamica del sinistro non consente di stabilire la misura dell’incidenza causale riferibile alla condotta, pur sicuramente colposa, di uno o di entrambi i suoi protagonisti nella determinazione dell’evento e il grado di colpa di ciascuno dei conducenti coinvolti nel sinistro”.

L’Assicurazione propone appello avverso la decisione del Giudice di Pace contestando la dinamica del sinistro.

Secondo la prospettazione della parte appellante non vi è stato alcun tamponamento tra i veicoli coinvolti poiché la posizione dei veicoli sarebbe stata differente.

In primo grado il Giudice di Pace non avrebbe correttamente apprezzato il materiale probatorio, ritenendo provata l’esclusiva responsabilità del convenuto, un cittadino bulgaro, che firmando il modello CID confermava la dinamica del sinistro esposta dall’attore.

Per tale ragione veniva accolta la domanda dell’attore, Carrozzeria cessionaria del credito da parte del proprietario del veicolo BMW danneggiato.

Il primo Giudice teneva in considerazione sia la doppia sottoscrizione sul modello CID, che la prova testimoniale, le quali confermavano la dinamica del tamponamento invocata dall’attore.

Invero, la CTU svolta ha escluso la dinamica del tamponamento in considerazione della posizione di inerzia dei veicoli.

Il modello CID, viene ribadito, non ha valenza confessoria nei confronti dell’Assicurazione ed è soggetto al libero apprezzamento da parte del Giudice.

Secondo il Giudice d’appello non è stata correttamente valutata la CTU e conclude per il riconoscimento di pari responsabilità dei conducenti nel sinistro.

La presunzione di cui all’art. 2054, II comma, c.c. non può ritenersi superata in base agli elementi concreti di colpa a carico anche di uno solo dei guidatori quando non risulta possibile accertare la misura dell’incidenza causale riferibile alla condotta, pur sicuramente colposa, e il grado di colpa di ciascuno dei protagonisti.

Il veicolo BMW, nell’uscire dalla strada regionale sarebbe stato tamponato sulla parte posteriore sinistra dalla VWGolf e, a causa dell’urto, usciva dalla sede stradale andando a impattare violentemente contro il guard-rail con notevoli danni al veicolo.

Il Giudice di Pace non faceva proprie le risultanze della CTU cinematica laddove il Consulente precisava “se i fatti fossero andati come sostiene l’attore, la Bmw avrebbe invece ruotato su sé stessa in senso orario finendo lontana dal guard rail.”

Le prove testimoniali non sono risultate dirimenti e non consentono di accertare che sia immune da censure la condotta del conducente della Bmw.

E’ più verosimile, osserva il Tribunale, che la vettura BMW abbia subito uno sbandamento per l’eccessiva velocità o la distrazione di chi la guidava; tuttavia la responsabilità di uno dei conducenti non consente di superare la presunzione di pari responsabilità che sussiste solo quando il veicolo tamponato abbia rispettato le norme di comune prudenza e quelle sulla circolazione stradale.

Avv. Emanuela Foligno

Sei stato coinvolto in un incidente stradale? hai subito un danno fisico o perso un congiunto e vuoi ottenere il massimo risarcimento danni? Clicca qui

Leggi anche:

Lesioni causate da omessa custodia della strada e nesso causale

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui