Aperto un fascicolo a Nocera Inferiore sul decesso di un uomo di 57 anni, morto dopo un’operazione di asportazione della colecisti per cause da chiarire; a stroncarlo potrebbe essere stata una emorragia. Indagati, come atto dovuto, tre medici in vista degli accertamenti peritali

La Procura di Nocera Inferiore, nel salernitano, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo sul decesso di un operaio di 57 anni, morto dopo un’operazione di asportazione della colecisti effettuata in laparoscopia all’ospedale di Pagani.

A causare la tragica scomparsa – secondo quanto riportato dalla Città di Salerno – potrebbe essere stato un emoperitoneo, ovvero una emorragia che coinvolge la pellicola attorno all’intestino. Maggiori certezza si attendono dagli esami peritali, affidati dal Pubblico ministero titolare dell’inchiesta a un collegio composto da un medico legale, un’anatomopatologo e un chirurgo.

Gli esiti della consulenza, che vedrà gli esperti incrociare i dati dell’autopsia con quelli degli esami istologici e con le risultanze delle cartelle cliniche, sono attesi entro 90 giorni.

Intanto sono stati iscritti nel registro degli indagati i nomi di tre medici delle struttura sanitaria che hanno avuto in cura il paziente. Un atto dovuto, proprio per consentire loro di partecipare agli accertamenti post mortem, dai quali si attende di capire se il caso presenti profili di responsabilità medica.

Sei vittima di errore medico o infezione ospedaliera? Hai subito un grave danno fisico o la perdita di un familiare? Clicca qui

Leggi anche:

Emorragia cerebrale dopo il ricovero in ospedale, aperta inchiesta a Udine

Complicanze dopo una isterectomia, quattro medici condannati per lesioni

Morta dopo un intervento alla colonna vertebrale, due medici a giudizio

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui