Nella valutazione della responsabilità del chirurgo estetico gli oneri probatori delle parti sono identici a quelli delle altre professioni sanitarie?

Partiamo da questa massima del tribunale di Pistoia del giugno 2021:

“…Il chirurgo specializzato in medicina estetica è soggetto all’obbligazione non di fornire le cure al paziente, quanto piuttosto di migliorarne le imperfezioni fisiche e meramente estetiche; ciò comporta che questa disciplina chirurgica si presta ad essere considerata più come fonte di un’obbligazione di risultato, che di mezzi, poiché, nel momento in cui il paziente si sottopone ad un intervento chirurgico, lo fa in vista di un determinato risultato estetico e non certo per ottenere dal medico solo la rassicurazione che farà il possibile per raggiungerlo”.

Su questa massima si è scatenato l’inferno!

La responsabilità del chirurgo estetico non può non sottostare alle regole generali della responsabilità medica: è questo il pensiero prevalente del consesso della VII Tavola rotonda medico legale.

Se gli oneri probatori sono gli stessi, il discrimine sta nel consenso informato che nella chirurgia estetica deve essere ancora più esaustivo a motivo della finalità degli interventi che non sono curativi (con le dovute eccezioni).

Comunque vi invito a vedere la registrazione della tavola rotonda in quanto davvero interessante.

Prima di salutarVi tutti vi invito a partecipare alla prossima tavola rotonda (martedì 31 Maggio 2022 ore 18) che sarà partecipata dal Consigliere di Cassazione dott. Domenico Chindemi e tratterà del “Il CTU come occhiale del Giudice” con i seguenti focus:

  • ATP e Mediazione: quale la differenza;
  • Proposta conciliativa in CTU: quale forma e sostanza;
  • Poteri del CTU e limiti procedurali;
  • Autorevolezza del CTU medico legale e sua gestione del contraddittorio;
  • Partecipazione del collegio peritale alla discussione tra le parti: ma in che modo?
  • Come tentare la conciliazione;
  • Le linee guida dettate dalle sez. Unite (sent. 3086/22, 5624/22 – 6500/22)

La partecipazione alla tavola rotonda è gratuita per tutti gli associati alla Accademia della Medicina Legale e tutte le tavole rotonde del 2022 saranno visibili ai soli associati sul sito www.accademiadellamedicinalegale.it.

Clicca qui per vedere il video della settima tavola rotonda.

Dr. Carmelo Galipò

(Pres. Accademia della Medicina Legale)

Leggi anche:

Infezioni correlate all’assistenza: sono risarcibili o indennizzabili?

Complicanza o errore? Questo è il dilemma ma … solo per alcuni

Problemi tecnici di speciale difficoltà: quando si può ricorrere al 2236 c.c.?

Consenso disinformato: quali risvolti e quali gli oneri probatori delle parti

Perdita di chance e la confusione tra i CTU: facciamo chiarezza!

Atomizzazione degli oneri probatori: il doppio ciclo causale

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui