Per la Federazione degli infermieri il contratto della dirigenza sanitaria rappresenta un passo in avanti verso un’organizzazione multiprofessionale e patient centered, oltre che una garanzia di qualità per l’assistenza erogata dal nostro Ssn

La chiusura del contratto della dirigenza sanitaria – che riguarda medici, dirigenti non medici e, dalla riforma Madia, dirigenti delle professioni sanitarie tra cui circa 350 infermieri – “rappresenta un ulteriore passo avanti nell’organizzazione del Servizio sanitario nazionale e di conseguenza dei servizi che ne fanno parte”.

Lo sottolinea la Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) in una nota in cui, tra l’altro, esprime il proprio ringraziamento ai ministri della Salute e della Pubblica amministrazione, Roberto Speranza e Fabiana Dadone, “che hanno confermato col loro impegno l’interesse al servizio sanitario e soprattutto al personale che ne rappresenta l’ossatura portante”.

Secondo la categoria infermieristica, il contratto, ormai assente da oltre dieci anni, non può far altro che “dare ossigeno a tutti quei professionisti che non hanno mai lasciata sguarnita l’assistenza e che anzi hanno dato tutto ciò che la loro professionalità ha consentito per mantenere alta la qualità dei servizi”.

 “Ora – spiega Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione – per quanto riguarda i dirigenti delle professioni sanitarie, mancano ancora alcune tessere perché il quadro della loro dirigenza sia completo e uniforme con gli altri colleghi dirigenti, ma sicuramente l’occasione di sistemarle è vicina. A partire dalla stessa manovra di bilancio dove già sono stati presentati emendamenti di maggioranza per estendere anche a loro quell’indennità di esclusiva che fa parte del bagaglio della dirigenza sanitaria”.

Un contratto quindi – conclude la FNOPI – che rappresenta un altro passo avanti verso un’organizzazione oltre che multiprofessionale e patient centered, anche una garanzia in più di qualità per l’assistenza che il nostro Ssn eroga. 

Leggi anche:

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL’AREA SANITÀ, OK DEL GOVERNO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui