Un soggiorno alle terme, anche breve, è capace di regalare benefici prolungati nel tempo, che vanno oltre quelli specificamente sanitari e si manifestano in una generale sensazione di benessere psico-fisico e relax

Sono ormai millenni che l’uomo utilizza per “curare” alcuni mali il calore. In effetti su alcuni papiri egizi viene indicato l’utilizzo di pietre calde o addirittura roventi in alcune affezioni come il dolore lombare. Già, da non credere… gli antichi Egizi avevano il mal di schiena e lo curavano come noi oggi! Gli antichi Romani poi, hanno fatte dell’acqua calda un vero e proprio MUST. Alle terme infatti si andava non solo per la ricerca del benessere fisico, ma anche per parlare di affari.

Dunque prima di iniziare con una breve descrizione degli effetti positivi ti devo fare un preciso avvertimento. I bambini al di sotto dei 12 anni NON possono andare alle terme. Questo perché la loro superficie corporea in proporzione è maggiore della nostra e quindi sono esposti ad un riscaldamento eccessivo che può velocemente arrecare un violento colpo di calore. Inoltre non possono andare alle terme i soggetti cardiopatici. L’eccessivo calore mette a dura prova il sistema cardio-circolatorio. Infine altra categoria che non può beneficiare delle terme sono le donne in gravidanza.

A cosa servono le terme?

A ridurre le infiammazioni: lo zolfo e il bicarbonato di sodio contenuti nelle acque termali hanno una riconosciuta azione antinfiammatoria sulle cartilagini articolari.

Per curare i disturbi alle vie respiratorie: le acque termali sono consigliate anche per chi ha disturbi alle vie respiratorie. Alcuni centri utilizzano i loro vapori inalati, per combattere sinusiti, otiti e altre patologie.

Per rafforzare il sistema immunitario: le acque termali hanno un’azione di stimolazione del sistema immunitario, favorendo la produzione di immunoglobuline secretorie e circolanti.

Azione antibatterica: le acque termali hanno anche proprietà antisettiche, legate alla presenza di sali alogeni come iodio e cloro, che permettono il potenziamento di quegli enzimi presenti nei globuli bianchi responsabili della distruzione di elementi esterni all’organismo, come i batteri.

Per regolarizzare il ciclo mestruale: anche la tiroide e l’apparato genitale possono trarre beneficio dalle acque termali che stimolano la sintesi di gonadotropine e la capacità di contrazione delle tube, nonché favoriscono una regolazione del ciclo mestruale.

Per liberare le vie aeree: le acque termali sono in grado di generare automaticamente un’azione vasodilatatoria con aumento della composizione sierosa del muco e delle capacità della clearance mucociliare. Ciò significa che le capacità respiratorie saranno migliorate e il fenomeno di eliminazione delle impurità reso più facile e regolare.

Per lenire i dolori delle articolazioni: il fango termale è una miscela d’argilla e acqua termale che produce le condizioni ideali per lo sviluppo di microalghe dotate di particolari proprietà curative e si rivela ideale per la cura dell’osteoporosi, osteoartrosi e dei reumatismi extra-articolari.

Per regolarizzare l’intestino: alcune acque termali sono anche potabili e la loro particolare composizione è benefica soprattutto per chi soffre di colon irritabile, stipsi e irregolarità intestinale.

Per combattere le infezioni della pelle: le sorgenti di acque termali, in particolare quelle sulfuree, sono particolarmente indicate per le forme croniche di dermatite atopica e di dermatite seborroica.

Per ritrovare il benessere: un soggiorno alle terme, anche breve, è capace di regalare benefici prolungati nel tempo, che si manifestano in una generale sensazione di benessere psico-fisico e relax. I benefici delle terme infatti vanno oltre quelli specificatamente sanitari, investendo l’individuo nel suo complesso. Uno studio condotto su oltre 3.300 lavoratori giapponesi frequentanti abitualmente impianti termali, ha fin dimostrato un miglioramento nella salute fisica e mentale, tra cui una migliore qualità del sonno e meno giorni di assenza dal lavoro per malattia.

Spero di esserti stato utile anche oggi. È mio obbligo comunque ricordarti che prima di recarti alle terme, per la tua sicurezza è sempre meglio chiedere al medico di base il suo parere.

Dr. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

Leggi anche:

CORSA SULLA SPIAGGIA, SCEGLIERE ORE FRESCHE E USARE SCARPE DA RUNNING

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui