L’Asp di Agrigento e due camici bianchi dovranno versare circa 24 mila euro a una paziente per una presunta diagnosi errata effettuata nel 2013 all’ospedale di Licata

Il Tribunale di Agrigento ha parzialmente accolto la richiesta di risarcimento avanzata da una paziente per una presunta ‘diagnosi errata’. La donna, nel giugno del 2013, era finita in Pronto soccorso all’ospedale di Licata in seguito ad una caduta; le era stato diagnosticato un trauma contusivo all’anca destra e arto inferiore destro. Al perdurare dei dolori, tuttavia, si era recata a distanza di circa due settimane in un altro nosocomio, dove era stata sottoposta a un intervento chirurgico in quanto le era stata riscontrata la frattura del femore.

Nel 2015 la signora aveva citato in giudizio l’Azienda sanitaria provinciale e due medici che l’avevano avuta in cura a Licata, avanzando una pretesa risarcitoria per una cifra equivalente a 45.179 euro. 

Nelle scorse ore il Giudice del capoluogo di provincia siciliano ha condannato l’Asp e, in solido, i camici bianchi convenuti, al pagamento di 24 mila euro, oltre interessi, più 3 mila per spese legali.

L’azienda sanitaria provinciale ha conferito mandato di rappresentanza per proporre appello contro la sentenza, ritenuta – come riporta Agrigento notizie – “palesemente errata e priva di qualsiasi motivazione logica”.

La seconda sezione civile della Corte d’appello di Palermo ha rigettato, tuttavia, l’istanza di sospensione dell’efficacia esecutiva della sentenza impugnata. Di conseguenza l’Azienda, nel mentre, sta procedendo al versamento in favore della controparte della quota a suo carico, pari a 10.152,61 euro. “Il pagamento – si chiarisce negli atti di liquidazione – non equivale ad acquiescenza, avvenendo al solo esclusivo fine, visto l’esecutività del provvedimento, di evitare altre e ulteriori spese”.

Hai vissuto una situazione simile? Scrivi per una consulenza gratuita a malasanita@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

Intervento urologico: muore dopo otto giorni, disposta l’autopsia

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui