Riconosciute, in sede civile, le responsabilità sanitarie per il decesso di un paziente 62enne morto per una emorragia in seguito a un intervento di colecistectomia

L’Asl2 Savonese dovrà liquidare circa 450mila euro ai figli di un paziente di 62 anni morto per una emorragia all’ospedale di Albenga. La notizia è riportata dal quotidiano La Stampa.

L’uomo, come ricostruisce il legale della famiglia, era stato sottoposto d’urgenza ad intervento chirurgico di colecistectomia, tramite tecnica laparotomica, con esplorazione della via biliare mediante coledocoscopia e confezionamento di una anastomosi coledoco duodenale.

Conclusa l’operazione, tuttavia, si sarebbe verificata un’importante emorragia, che avrebbe causato una piastrinopenia. Peraltro la situazione si sarebbe ulteriormente aggravata per presunte carenze nell’assistenza post-operatoria del paziente, al quale – riferisce l’avvocato – sarebbero stati somministrati analgesici “in dosi abbondanti senza alcun controllo delle sue effettive condizioni”.

A causare l’emorragia, secondo l’ipotesi accusatoria sarebbe stato il cedimento parziale dei punti di sutura a livello dell’arteria cistica.

Al personale sanitario, inoltre, venivano contestate ulteriori condotte omissive colpose nella fase successiva all’intervento, tra le quali “il non aver indagato con la necessaria diligenza la causa dell’alterazione delle analisi del sangue, che indicavano una forte anemizzazione” e il “non aver eseguito una TAC addominale, che avrebbe identificato tempestivamente la presenza il problema”, con conseguente possibilità di intervenire e, forse, salvare il paziente.

In sede penale era stata condotta un’inchiesta per omicidio colposo che, tuttavia, aveva visto il proscioglimento dei nove medici (chirurghi e anestesisti-rianimatori) finiti nel registro degli indagati. La causa civile promossa dagli eredi, invece, ha portato alla condanna dell’Azienda sanitaria.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

MORTO DOPO UN INTERVENTO AL GINOCCHIO, QUATTRO MEDICI INDAGATI

INSUFFICIENZA CARDIO-RESPIRATORIA, IN CORSO INCHIESTA SU MORTE SEDICENNE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui