La Procura di Genova ha aperto un’inchiesta sul decesso di un 73 enne, morto dopo un drenaggio. Due medici risultano indagati per omicidio colposo

È stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo a carico di due sanitari sul decesso di un geometra 73enne di Genova, G.L., morto dopo un drenaggio.

Il decesso è avvenuto il 21 luglio scorso all’ospedale Evangelico di Voltri.

Come riportato dal Secolo XIX, la Procura di Genova sta indagando per accertare la sussistenza di eventuali responsabilità mediche.

Stando ai primi accertamenti dei carabinieri della sezione di polizia giudiziaria del tribunale di Genova, il decesso dell’uomo morto dopo un drenaggio potrebbe essere conseguente proprio all’intervento chirurgico subito dall’uomo.

L’ipotesi degli inquirenti è che l’introduzione di un sondino abbia lesionato inavvertitamente un’arteria, provocando un’emorragia.

L’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Patrizia Petruzziello, è appena all’inizio.

Come si apprende, due medici dell’ospedale sono stati iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo, un atto dovuto, fa sapere la Procura, per far sì che questi possano nominare oltre ai propri legali anche dei consulenti tecnici di parte.

Un ruolo importante nell’accertamento dei fatti sarà proprio quello del medico legale Luca Tajana.

Al professionista, infatti, la procura ha affidato una perizia per appurare quanto accaduto e stabilire se il decesso dell’uomo sia collegato effettivamente all’intervento o se, invece, sia riconducibile a una patologia pregressa. Il medico ha già effettuato l’autopsia dopo la morte dell’anziano, morto dopo un drenaggio.

Le indagini sono iniziati a seguito dell’esposto della famiglia del 73enne. Questo è stato presentato lo scorso 24 luglio per chiedere chiarimenti su quanto sia avvenuto in ospedale.

I carabinieri hanno così appurato che l’uomo era stato ricoverato su indicazione del suo medico. Lo scopo era sottoporlo a un intervento di drenaggio.

La Procura, nelle prossime settimane, dovrà decidere anche se ascoltare i due medici indagati. Non è comunque escluso che le indagini possano estendersi ad altri soggetti.

 

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 Leggi anche:

MORTE SOSPETTA IN CORSIA, I PERITI: PAZIENTE “ABBANDONATO A SE STESSO”

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui