Il Ministro De Micheli: legge sull’obbligo di installazione dei sistemi anti abbandono “sacrosanta e di civiltà”; disponibilità del Governo a intervenire per posticipare l’applicazione delle sanzioni

E’ scattato ieri l’obbligo per gli automobilisti che viaggiano con minori di 4 anni di dotarsi dei sistemi anti abbandono previsti dall’articolo 172 del nuovo codice della strada. Potrebbe invece slittare l’applicazione delle sanzioni in caso di violazione della normativa.

Lo ha annunciato il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, in una nota video pubblicata sul suo profilo facebook. “Mi preme rassicurare le mamme e le famiglie sull’urgenza di questo dispositivo e sulle ‘multe’ per chi non è ancora dotato di questo strumento: il ministero  che rappresento – afferma – è qui per tutti i chiarimenti e c’è la disponibilità del governo e dell’intera maggioranza a intervenire per posticipare l’applicazione delle sanzioni”.

Il provvedimento, al riguardo, prevede multe da 81 a 326 euro (pagamento entro cinque giorni 56,70 euro), la decurtazione di 5 punti dalla patente e la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi se viene colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni. 

La titolare del dicastero definisce “sacrosanta e di civiltà” la legge sull’obbligo di installazione dei dispositivi anti abbandono. Una legge “voluta e approvata da tutti i partiti per evitare che accadano tragedie simili a quelle avvenute in passato”. 

“Mi indignano – aggiunge De Micheli – le accuse che bollano come ulteriore tassa sulle famiglie questa norma. Trovo vergognoso strumentalizzare la vita dei nostri figli a fini politici. Questa legge dovrebbe costituire soltanto una conquista per tutti e non un motivo di polemica”. 

Il Ministro ricorda poi che sarà presto possibile ottenere il rimborso di 30 euro per la spesa sostenuta per i sistemi anti abbandono, invitando pertanto gli automobilisti a conservare le ricevute di acquisto. 

Leggi anche:

SISTEMI ANTIABBANDONO, DA OGGI SCATTA L’OBBLIGO PER I MINORI DI 4 ANNI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui